EnglishItalian
Consorzio Stabile Terin

Approvato dalla Regione Puglia il Distretto Produttivo dell'Informatica

Il Consorzio Terin, attraverso la partecipazione delle aziende sue consorziate: Eta Inform, Gei Inform, Iris S.n.C. e l'impegno dei suoi dirigenti, ha contribuito al raggiungimento di questo obiettivo che da il giusto riconoscimento ad un settore innovativo come quello dell'Informatica.

Il neo Distretto, fortemente voluto dalla "Commissione Servizi Innovativi e Tecnologici" di Confindustria Puglia e con la collaborazione di Confindustria Brindisi, sarà sicuramente motivo di crescita dell'intero comparto produttivo pugliese.

Si riporta l'articolo ufficiale pubblicato dal portale Sistema Puglia:

Il panorama economico pugliese si arricchisce di due nuovi distretti produttivi, uno dedicato alla meccanica, l'altro all'informatica. Un settore di lunga tradizione il primo, più recente il secondo, ma entrambi accomunati dalla necessità forte di innovare per diventare più competitivi e di puntare sull'internazionalizzazione per uscire dalla crisi.

Si chiamano per intero "Distretto Produttivo della Meccanica Pugliese" e "Distretto produttivo dell'Informatica" e sono stati riconosciuti dalla Giunta regionale durante l'ultima seduta.
Si tratta delle due proposte di distretto arrivate nel 2009, entrambe già approvate perché considerate in linea con la legge. Coinvolgono complessivamente 167 imprese e 25 tra enti, centri di ricerca, università, organizzazioni e associazioni.

Così salgono ad 11 i distretti produttivi della Puglia e riguardano i settori più strategici della nostra economia: dall'aerospazio all'arredo, dalla moda all'edilizia sostenibile, dal lapideo alle energie rinnovabili.

"Con la meccanica e l'informatica la Puglia dei distretti va completandosi con due pezzi fondamentali della nostra economia" ha commentato il Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo economico Sandro Frisullo. "L'approvazione di queste due proposte porta il totale delle imprese coinvolte nei distretti pugliesi al ragguardevole numero di 1434. Si tratta ora di concentrarsi sui programmi di sviluppo che al di là delle procedure di riconoscimento, costituiscono l'autentica missione di queste aggregazioni". La Regione - continua il Vice Presidente della Puglia - attende di ricevere i primi programmi di sviluppo che dovranno contenere le proposte del sistema di imprese per l'accompagnamento e il rilancio dei settori produttivi più importanti della Puglia. Siamo sicuri che i distretti riconosciuti stanno operando in questo senso e che porteranno a termine il loro lavoro nel più breve tempo possibile. Siamo certi che sapranno cogliere la sfida di essere protagonisti del loro stesso destino senza perdere tempo prezioso"